Scleroterapia

elimina i capillari delle gambe

in tutta sicurezza

Che cos'è:


E' il trattamento principale per eliminare i capillari, le piccole vene e le teleangectasie (o capillari terminali), delle gambe (o degli arti inferiori); attraverso l'uso di particolari sostanze sclerosanti e tecniche di iniezione si ottiene la regressione di questi inestetismi vascolari. Con la scleroterapia si eliminano anche le vene varicose di maggior grandezza (calibro) ed anche i tronchi della safena grazie all'uso di schiume sclerosanti sotto guida ecografica.


Meccanismo di Azione


Si utilizzano vari tipi di sostanze sclerosanti, ognuna di queste ha una propria indicazione, efficacia e possibilità di comparsa di effetti collaterali. Il meccanismo di azione di tutte queste sostanze è di danneggiare i vasi sanguigni che vogliamo eliminare. I vasi sanguigni vengono progressivamente riassorbiti dall'organismo e scompaiono dalla zona di pelle trattata. 


Tecnica di Esecuzione


Durante la seduta di scleroterapia delle teleangectasie si effettuano delle micro-iniezioni, con l'uso di piccole siringhe ed aghi sottilissimi, di sostanza sclerosante all'interno dei vasi capillari. La procedura non è dolorosa, al di sopra dei punti trattati vengono apposti dei piccoli tamponcini poi rimossi il giorno seguente al trattamento.
Viene consigliato dallo specialista l'uso di calze elastiche contenitive ed il trattamento non pone limitazioni alla attività fisica o lavorativa normalmente svolta dalla paziente. Tra una seduta e l'altra intercorrono circa tre settimane durante i quali la paziente dovrà evitare l'esposizione solare.

Per quanto riguarda invece la tecnica con scleromousse eco-guidata per i vasi di maggior calibro e varici questa verrà illustrata direttamente alla paziente durante la visita specialistica.


Domande e risposte sulla scleroterapia:


Che cosa è esattamente la scleroterapia?
La scleroterapia è una tecnica che ottine la chiusura di un'area di vene sede di varici oppure di un gruppo di capillari (teleangectasie) mediante l'iniezione negli stessi vasi, in punti ben determinati, di una soluzione sclerosante che causa istantaneamente una reazione infiammatoria locale (flebite chimica); questa reazione provoca in seguito la trombizzazione ed il successivo riassorbimento del tratto varicoso e la cancellazione dei capillari.

Ma se elimino le vene superficiali, cosa succede alla circolazione venosa?
Niente di preoccupante, anzi. La circolazione venosa superficiale può ed in alcuni casi deve essere eliminabile, perchè il sangue venoso che ritorna al cuore passa attraverso la circolazione venosa profonda, che è quella importante. Per questo identico motivo si possono e si devono operare le varici. 

Che cosa sono le sostanze sclerosanti?
Le soluzioni usate per la scleroterapia sono di vario tipo: ci sono oltre dieci tipi di soluzioni sclerosanti.  Le soluzioni sclerosanti di uso più frequente sono: l'alcool polidocanolico, la glicerina cromata, il sodio salicilato e il sodio tetradecilsolfato in varie percentuali.  

I liquidi sclerosanti a base di iodio non si usano più a causa dei problemi che generavano. 

Si hanno reazioni allergiche alle soluzioni sclerosanti?
Con le moderne soluzioni sclerosanti e i nuovi protocolli di iniezione non si hanno reazioni allergiche pericolose. Da parecchi anni non si hanno reazioni allergeniche importanti. Si può comunque essere sensibilizzati ad alcune delle soluzioni sclerosanti, per questo motivo si procede per gradi.

 

Ci sono controindicazioni alla scleroterapia? 
Le controindicazioni alla scleroterapia come per la maggior parte degli interventi terapeutici invasivi, sono suddivise in assolute e relative:
Controindicazioni assolute: la gravidanza, le tromboflebiti superficiali o la trombosi venosa profonda nell'ultimo anno, il diabete mellito scompensato, i tumori maligni, le malattie del surrene, la tubercolosi e le malattie renali. 
Controindicazioni relative: le discrasie ematiche, alcune malattie del cuore come miocarditi e endocarditi, le malattie del fegato acute come le ep
atiti acute virali, tossiche o da farmaci e la cirrosi epatica,  gli stati febbrili, l'asma brochiale e allergico.  

 

Ma allora la scleroterapia è una procedura medica sicura o no ? 

Si è sicura a patto che, come per ogni altra procedura medica sia effettuata da un medico adeguatamente competente e esperto e che si proceda prima dei trattamenti con una accurata visita del/della paziente.



Quali sono le aree del corpo nelle quali si possono eliminare le vene e i capillari con la scleroterapia? 
La scleroterapia è indicata per l'eliminazione dei capillari (teleangectasie), delle vene di piccole dimensioni, delle varici, ma anche degli angiomi della pelle. La scleroterapia si utilizza anche per eliminare le grosse vene varicose ed anche le varici della safena. 



Il trattamento di sceroterapia è efficace?  

Definitivo ?  

I capillari e le piccole vene eliminati ritornano ? 

 

Il trattamento è definitivo, i capillari e le piccole venule vengono distrutti complatamente 
I dati della letteratura scientifica riportanoi l'eliminazione di circa l'80% delle teleangectasie e il 75% delle piccole varici.  

I pazienti che vedono di nuovo capillari e piccole vene sulle loro gambe e cosce dopo aver eliminato quelli che avevano, devono sapere che i capillari eliminati non possono ritornare. Quelli che vedono sono nuovi capillari, perchè loro hanno una tendenza costituzionale a formare capillari e vene.

Ovviamente se non si eliminano i capillari ci si troverà ad everne sempre di più (anche perchè i circoli capillari aumentano).

 

Se invece si chiudono tutti i capillari che si hanno, quando se ne creno alcuni nuovi è facile e veloce chiuderli ed mantenere le gambe pulite.  

  

Vedi anche Laser Vascolare e Luce Pulsata per i Capillari delle Gambe